La tostatura del caffè secondo Caffè Negro: quando l'occhio fa la differenza

Qual è la differenza tra un buon caffè ed uno scadente?

I fattori sono molteplici, ma tra quelli che incidono maggiormente c’è sicuramente il processo di tostatura. Fino a qualche anno fa, nella stragrande maggioranza dei bar italiani, la macchina per tostare il caffè era una presenza diffusa, mentre oggi la preparazione avviene spesso lontano dagli occhi dei clienti.

Per ottenere il caffè tostato, le grandi ditte usano quello che viene chiamato sistema continuo. Il caffè viene immesso in tubi nei quali passa aria rovente: è lei a tostare il caffè in maniera molto rapida (circa 3-4 minuti) e tutto questo funziona appunto in maniera continua.

LA TOSTATURA ARTIGIANALE

Nelle torrefazioni artigianali come Caffè Negro, il processo di tostatura del caffè è più lento.

E proprio la tostatura, quel particolare processo che dona al chicco quel profilo aromatico e organolettico caratteristico di ogni miscela di caffè, è il segreto del nostro prodotto. nel laboratorio di Limite sull’Arno, da 70 anni si segue sempre la stessa regola: il controllo sulla tostatura del caffè è a vista e l’occhio clinico è quello di Angelo, padre di Angela e Silvia, le due titolari. E’ lui che esamina gli ultimi minuti della lavorazione. Lo stantuffo della macchina tostatrice preleva un campione di chicchi che girano nel tamburo e, in pochi secondi, l’esperto tostatore è in grado di valutare e decidere se la tostatura ha raggiunto la sua perfezione osservando colore e sfumatura dei chicchi.

IL GUSTO DEL CAFFE’

La tostatura perfetta richiede esperienza e occhio clinico: terminarla un attimo prima o un attimo cambia aroma, gusto e profumi al caffè.

In poche altre attività la pratica è così fondamentale. Angelo ha acquisito il ‘mestiere’ attraverso un lungo addestramento, unito a una predisposizione personale non comune. Il caffè per esprimere il meglio di sé ha un suo ciclo di vita. Dopo un Indispensabile periodo di riposo di alcuni giorni, è importante una corretta conservazione. I sacchetti di Caffè Negro hanno tutti una “valvola” che impedisce a luce e aria di penetrare. I chicchi non vengono aggrediti e mantengono tutte le loro proprietà, sprigionate nella tazzina che ogni giorno abbiamo il piacere di offrirvi.

Se vuoi scoprire le nostre miscele, clicca qui e scegli quella che preferisci. Oppure, se sei in zona, passa a trovarci nel nostro laboratorio di Limite sull’Arno, a due passi da Empoli, in provincia di Firenze.